Come-sistemare-lo-schermo-di-uno-smartphone-e1590591878231

Come sistemare lo schermo di uno smartphone

Ti è caduto a terra, magari in un momento di rabbia lo hai lanciato al muro e, quindi, hai fatto dei grossi danni. Come quello di danneggiare lo schermo. Ma se, nel momento in cui sei tornato alla razionalità, pensi che tu debba acquistarne uno nuovo, sei fuori strada. Infatti, non c’è nessun ‘obbligo’ di comprare un nuovo cellulare nel momento in cui si spacca il display.

Sai che ci sono diversi metodi per fare di necessità virtù? Eccone alcuni.

Come sistemare lo schermo di uno smartphone

La soluzione di emergenza

È quella più sconsigliata perché è, appunto, quella d’emergenza. Raffazzonata, in attesa di tempi migliori. Praticamente, non devi far altro che usare un nastro adesivo – ovviamente trasparente – per far sì che tu possa unire tutte le crepe che si sono create.

Un lavoro che tu puoi usare come soluzione temporanea, indipendentemente dal modello del telefono: che sia un Samsung Galaxy un Huawei P10 o un iPhone 11 Pro Max. Però, occhio all’aggettivo ‘temporanea’: non per sempre.

Sia per un fattore estetico che per un fattore di salvaguardia dello smartphone.

Il fai da te

Molto usato da tanti che, un po’ per costrizione e un po’ per scelta, non vogliono spendere i soldi per riparare il proprio schermo. Ma come si fa a ripararlo senza rivolgersi a un professionista?

Ti spieghiamo passo passo tutti gli step da compiere. Poi valuta tu se pensi che sia la soluzione giusta. Dovrai prima smontare il vetro con la massima precisione. Sì, perché in questi cellulari così ‘smart’ proprio sotto il display si nascondono tanti chip, tanti piccoli fili che, in caso anche di piccoli danneggiamenti, possono rovinare tutto lo smartphone. E, a quel punto, saresti davvero costretto a comprartene uno.

In particolare, infatti, devi prestare la massima attenzione a tutti quei collegamento che sono nel ‘cuore’ dello smartphone: quelli, cioè, da cui dipendono tutte le sue funzioni.

Una volta fatto ciò, pulisci bene il vetro nuovo e, prima di riattaccarlo, devi vedere se hai mosso qualcosa. Nel caso notassi un filo fuori posto, devi prestare massima cura nel riattaccarlo. Soltanto dopo, poi, puoi installare il vetro e tutto ciò che ne consegue.

Rivolgersi a qualcuno

È la soluzione più dispendiosa ma anche la migliore. A meno che tu non sia un esperto, infatti, il fai da te (come in quasi tutte le cose) non è mai la soluzione ideale.

Ti basta un niente, infatti, per compiere un danno irreparabile. Invece, se ti rivolgi a qualcuno esperto, se è vero che rischi di pagare qualcosa in più, avrai sicuramente la sicurezza che il display sarà montato come si deve. E che, inoltre, non si noterà la differenza rispetto a quando avevi comprato lo smartphone.

Noi ti abbiamo tre soluzioni per poter riparare lo schermo di uno smartphone che, con le nuove funzionalità di cui sono dotati, sono molto sensibili. Un fatto, però, è certo: rispetto a qualche anno, oggi è impensabile pensare di buttare al vento il telefono soltanto perché lo schermo è graffiato o rotto. Puoi ripararlo, perché non farlo?

L’articolo Come sistemare lo schermo di uno smartphone sembra essere il primo su Geekissimo.

Comments are closed.