1

Competenza Unix-Linux ICT

Smartercom Italia dispone di risorse certificate  sulle distribuzioni Linux  Red Hat,  Debiant ,Ubuntu, Fedora, Mandriva  ed Application Server Jboss, Tomcat, Apache. Le risorse partecipano a diverse Community al fine di garantire  l’evoluzione di metodi, strumenti ed ambienti, con attenzione al mondo open source.

Alcuni proggetti : 

Uno dei nostri principali progetti su questa piattaforma tecnologica, riguarda l’assistenza sistemistica di terzo livello  per la Gestione delle Applicazioni in ambiente di esercizio di un nostro importante cliente, in particolare effettuiamo il monitoraggio delle macchine e delle applicazioni che girano sui vari sistemi, e svolgiamo attività di Troubleshooting – Problem solving per le criticità su sistemi/applicazioni.

ingegneria_elettronica_telecomunicazioni

Competenza Ingegneria Telecomunicazioni ICT

I  nostri specialisti offrono consulenza  in contesti altamente qualificati, per i più importanti vendor di TLC quali Ericsson, Nokia, Huawei, ecc…,  su problematiche riguardanti la rete Core, rete di Accesso e rete di Trasporto, sia per quanto riguarda la telefonia su  rete fissa che per quanto riguarda la telefonia su rete mobile.

Partecipano alla fase di progettazione di nuovi siti;

Supportano gli operatori di TLC nella fase di sopralluogo e validazione di nuovi apparati inseriti nella rete mobile;

Supportano gli operatori nella fase di ordinazione ai vari Vendor,  di componenti per aggiornamenti tecnologici di stazioni radio base ponti radio;

Supportano il nostro cliente nelle attività di aggiornamento tecnologico per il compattamento delle numerazioni telefoniche di rete fissa sulle centrali della rete core, sugli apparati della rete di trasporto e su apparati di rete di accesso;

Svolgono attività di assurance su alcuni servizi di rete fissa per la clientela wholesales;

Svolgono attività di assistenza di secondo livello per garantire il funzionamento degli apparati di rete di trasporto a valle di aggiornamenti tecnologici.

Sicurezza-informatica-Cybersecurity

Competenza Sicurezza Informatica ICT

Smartercom Italia dispone di risorse qualificate come Valutatori di sistemi sicurezza e come formatori per tutte le problematiche riguardanti la sicurezza relative alla norma ISO/IEC 27001.

Per tanto è in grado di erogare servizi per la  definizione di requisiti di sicurezza IT, revisione e redazione di Policy IT, Linee Guida, Procedure operative nell’ambito dell’ attuazione dei principali standard internazionali, quali :

ISO/IEC 27001:2006- Information security management systems,

ISO/IEC 27005:2011- Information security Risk Management,

ISO/IEC 22301:2012- Business Continuity Management Systems, ecc.;

Inoltre è in grado di effettuare :

Analisi dei rischi inerente la sicurezza delle informazioni e definizione dei controlli volti a mitigarne i rischi;

Elaborazione di piani di continuità operativa e disaster recovery per sistemi critici;

Analisi dei regolamenti e delle direttive nell’ambito del diritto dell’Unione Europea in merito alla protezione delle informazioni in termini di RID e conoscenza delle principali Best Practice e Linee Guida dei maggiori enti internazionali (ad esempio ENISA, NIST, CSA, COBIT, CLUSIT).

Supporto nella definizione dei contratti di fornitura di servizi informatici, relativamente alle clausole inerenti la sicurezza informatica.

Nell’ambito del progetto QR Code Campania Trasparente, Smartercom Italia è stata incaricata dall’istituto zooprofilattico sperimentale del mezzogiorno, alla revisione del sistema informatico di supporto per l’implementare tutte le regole e norme riguardanti la sicurezza informatica onde evitare penetrazioni furtive del sistema e salvaguardare le informazioni sulla salubrità degli alimenti delle aziende censite, presenti sul db del sistema.

Al fine di diffondere la sicurezza e la protezione dei dati all’interno dell’ Ente (IZSM)  sono stati elaborati i seguenti documenti :

  • Policy riguardante Politica della sicurezza delle Informazioni;
  • Procedura per la gestione delle Credenziali di sicurezza e del controllo accessi;
  • Linee guida per lo sviluppo di codice sicuro;
  • Linee guida per la classificazione delle informazioni;
  • Politica per l’utilizzo sicuro dei beni ICT dell’Istituto (documento extra non previsto dal capitolato tecnico).
  • Procedura per continuità operativa e disaster recovery;

ed è stata  erogata a tutti i dipendenti una formazione sui seguenti argomenti:

  • Gestione sicurezza e analisi del rischio;
  • Controllo accessi;
  • Sviluppo software sicuro;
  • Sicurezza reti di telecomunicazione;
  • Sicurezza e Privacy: le basi per la consapevolezza;
42121f00ffc451d0c288e11c1f28cbd4_XL

Tecnologie utilizzate e apparati principali TLC

WDM

HUAWEI OSN1800-OSN8800

ALCATEL 16XXSMC, 16XXLM

MARCONI/ERICSSON MHL3000

ADM

HUAWEI OSN1500A/B, OSN3500, OSN7500

ALCATEL 1650,1660,1662,1642,1641,TSS5, TSS160, TSS320

MARCONI/ERICSSON MSH11, MSH41C, OMS16XX, OMS12XX

PONTI RADIO

HUAWEI RTN950

ALCATEL MPR, MPT

MARCONI MSH400

ERICSSON MINI LINK, MINI LINK TRAFFIC NODE

SIEMENS SRT, SRA_L,SRA_4

RADIO MOBILE

BTS ERICSSON 2000

BTS NOKIA SIEMENS

BTS HUAWEI

RETE FISSA

ALCATEL ISAM V, ISAM 7XXX

ALCATEL FTTCAB

ERICSSON EDA2530

RETE DATI

CISCO ROUTER – SWITCH – FIREWALL – ACCESS POINT

HP ROUTER – SWITCH – ACCESS POINT

JUNIPER ROUTER – SWITCH

HUAWEI ROUTER – SWITCH

Signal-spectrum-analyzers-overview_49721_01_660x240

Strumentazione utilizzata TLC

  1. OSA – Analizzatore di spettro RF e Ottico
  2. Analizzatore di rete SDH/PDH/SONET
  3. OTDR
  • Misuratore di ROS
  • Analizzatore di rete GSM/DCS/UMTS
  • Analizzatore di rete ADSL
  • Analizzatore di rete LAN (Fast Ethernet e Gigabit Ethernet)
  • Oscilloscopio
  • Radiometro – Misuratore di potenza ottica
  • OLA – Attenuatore ottico variabile
  • Frequenzimetro digitale elettromagnetico
  • Misuratore di radiazione elettromagnetica
  • Trasmettitore ottico
dji_mavic_2-1

Il mercato italiano dei droni vale 100 milioni

Il fatturato delle aziende italiane nel settore professionale dei droni è stimato in 100 milioni di euro nel 2018. Tra produttori di beni e fornitori di servizi, le aziende sono circa 700, meno dell’1% del tessuto industriale del Paese, il 55% ha sede nel nord Italia e il 77% ha meno di dieci dipendenti. A scattare la fotografia è una ricerca dell’Osservatorio Droni della School of Management del Politecnico di Milano, presentata stamani nel capoluogo lombardo.

Da gennaio 2016 a fine dicembre 2019 si sono registrati complessivamente al portale dell’Ente nazionale per l’aviazione civile (Anac) 13.479 droni, con un incremento medio annuo del 13%. Il boom di registrazioni si è verificato nel 2018, con oltre 4.200 tra dichiarazioni e autorizzazioni. Il 2019 ha invece riportato una leggera flessione delle iscrizioni, a circa 3.900.

Gran parte delle registrazioni riguarda droni con un peso inferiore a 1 kg (43%) e tra 1 e 5 kg (48%). Solamente il 6% è per droni con peso compreso tra 5 e 10 kg e il restante 3% per quelli sopra i 10 kg. Tra le aziende, il 56% dei droni registrati appartiene a 5 costruttori: DJI con il 47% delle registrazioni totali, Parrot (3%), Yuneec (2,5%), DXdrone (2%) e Italdron (1,5%).

Guardando agli ambiti di utilizzo, la ricerca ha censito 258 progetti di applicazione industriale di droni a livello mondiale, che vanno dalla consegna a domicilio alle ispezioni in ambito industriale, dal soccorso al trasporto di persone.

Tuttavia, solo il 19% è in fase operativa, mentre il 50% sono sperimentazioni, il 12% annunci, il 19% utilizzi una tantum per risolvere esigenze puntuali. La maggior parte dei progetti sono stati attivati in Paesi con una regolamentazione chiara; non a caso il 48% sono in Europa e il 36% in America, mentre sono meno in Asia (9%), Africa (4%) e Oceania (3%).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA